Nuova (la) Via

Titolo dello spettacolo

Nuova (la) Via

Autore

Rufillo Uguccioni

Tipologia

Bozzetto in un atto

Trama

Locale attiguo alla Sacrestia della Chiesa di Castelnuovo d'Asti. E’ il mattino - ore dieci - del 25 Ottobre 1835. Il Sacrista e l’Organista discutono sulla imminente cerimonia del giovane che indosserà la talare. Alla cerimonia partecipano anche Beppe e Sandro, due amici di studi di Giovanni, che dicono di aver preparato, con tutti gli altri, la cerimonia. A loro Giovanni spiega gli impegni che dovrà assumere una volta entrato nello stato ecclesiastico. Alla cerimonia intende partecipare anche il fratellastro Antonio, ancora in contrasto con Giovanni. Benché invitato al banco dei parenti, preferisce assistere dalla sacrestia. Due bambini portano un mazzo di fiori per Giovanni. Terminata la breve cerimonia, Giovanni torna in sacrestia e incontra benevolmente il fratello.

Personaggi

Giovanni Bosco – 29 anni
Biagio - 50 anni.
Sur Moletta - 50 anni.
Antonio - 30 anni.
Gostin - 23 anni.
Giona e compagni, 18 anni.
Sandro e Beppe, 16-18 anni.
Quattro bambini.

Target

Giovani e/o Adulti

Valori educativi

Piacevole bozzetto sulla vestizione clericale di Giovanni. Nella scena compaiono vari personaggi che danno un tono macchiettistico alla rappresentazione. Di rilievo è il rapporto di Giovanni con i suoi amici della Società dell’Allegria che sono arrivati da Chieri per organizzargli la festa, a cominciare da quel Giona, precedentemente ebreo. Giovanni dichiara che, anche con l’abito da prete indosso, tra di loro nulla è cambiato.