Domani è Vacanza

Titolo dello spettacolo

Domani è Vacanza

Autore

M. Bongioanni - F. Odasso - A. Schwartz

Tipologia

Antologia di sketches sulla scuola

Trama

I vari “pezzi” sono legati tra di loro da un filo, quello che sottintende una giornata di scuola, con le sue scampanellate, la successione delle ore con le diverse materie, i vari protagonisti…
Per semplificazione, abbiamo suddiviso il tutto in tre parti:
PRIMO TEMPO:
Scampanellata d’apertura
* BRAVO BAN
* TI DAREMO LA MEDAGLIA
* LA MIA SCUOLA
* I QUATTRO PROFESSORI
* UNO STUDENTE BRAVO
* I PRIMI DELLA CLASSE
* LA SCALA DEL GENIO
La Danza delle ore
* LEZIONE DI LETTERE - 1
- la notte dell’Innominato
* LEZIONE DI LETTERE - 2
- come nasce un endecasillabo
* LEZIONE DI LETTERE - 3
- la scuola degli asinelli
SECONDO TEMPO:
La Danza delle ore
* LETTERATURA LATINA
- cinque autori e un ragazzo
- la sconfitta di Canne
* LETTERATURA STRANIERA
- un due tre Schakespeare olé
- la morte del dittatore
* LEZIONE DI MATEMATICA
- il concetto di valore
* LEZIONE DI LINGUE
- manuale alla mano
TERZO TEMPO:
La Danza delle ore
* LEZIONE DI STORIA - 1
- per favore dichiaratemi guerra
* LEZIONE DI STORIA - 2
- un duello storico
* LEZIONE DI STORIA - 3
- mio padre tiene tanto alla pace
* LEZIONE DI GEOGRAFIA
- il giro del mondo in ottanta battute
* LEZIONE DI GINNASTICA
- una strana trasmissione radio
Scampanellata di chiusura
- ahi dura terra!
In scena la metteremmo così

Personaggi

Ogni sketch prevede i suoi personaggi, facilmente adattabili secondo le esigenze della classe e secondo il numero degli attori disponibili

Target

Ragazzi (alunni preferibilmente di scuola media)

Valori educativi

In “Domani è Vacanza” c’è tutto il materiale desiderabile per una rivistina a sfondo scolastico. Data l’abbondanza delle proposte, è affidato a chi desidera metterla in scena la possibilità di un’ampia scelta, di aggiustamenti, di rimaneggiamenti, di inserimenti (esempio: musicali).
Preziosi sono quei “pezzi” rievocativi di letteratura italiana, latina, straniera… che si rifanno a brani celebri: un ottimo sistema per l’apprendimento è proprio quello di mettere in scena un “pezzo classico”.
In fondo al testo, gli autori danno suggerimenti per come “metterla in scena”; a si comprende che sono solo consigli. Il meglio è discuterne con i ragazzi chiamati a rappresentarla.