Ce n'è troppo di Natale

Titolo dello spettacolo

Ce n'è troppo di Natale

Autore

Ragazzi ed Educatori di Arese

Tipologia

Rappresentazione natalizia

Trama

Da un racconto di Dino Buzzati, una libera (fin troppo!) rielaborazione in quattro tempi dei ragazzi di Arese
1. ALLEGRETTO - Nel paradiso delle... bestie.
2. ANDANTE CON MOTO - Una strana coppia in terra.
3. PASTORALE RELIGIOSO - Ma il Natale è un’altra cosa.
4. CON FINALE A SORPRESA - C’è poca aria di stelle qui?

Personaggi

«Gli animali»
L’aquila
Il cavallo
L’asino
Il bue
Il gallo
La pecora
La puzzola
L’elefante
Il pesce
Il tacchino
L’OCA
«Gli uomini»
PRESENTATORI UNO E DUE
SOLDATI UNO E DUE
PASTORI
RAGAZZI DELLA PLATEA
I CLOWNS EDIZIONE MERRY CHRISTMAS

Target

Famiglia

Valori educativi

[dalla presentazione dello spettacolo]
Il cuore, protagonista di tante storie d’amore, è alla base del nostro incontro di stasera qui in teatro. Un incontro preparato dai ragazzi della scuola media per voi, un incontro a sorpresa, che terminerà con l’intervento dei giovani lavoratori della comunità alloggio e quelli, si sa, con le Ioro cIowneries, sono sempre imprevedibili.
Vi invitiamo ad entrare nel paradiso, non quello degli uomini, ma delle «bestie»!
[dalla conclusione dello spettacolo]
Tira ancora aria di stelle! Che ne dite, amici, se Gesù venisse oggi tra noi, come lo accoglieremmo?
- lo... lo accoglierei con gioia!
- Sì, ma a casa mia non verrebbe di certo.
- O se viene, non si fa vedere!
- Magari viene attraverso una persona... solo che non lo riconosceremo.
- Ma si può riconoscere: attraverso le persone buone.
- I nostri parenti e amici che ci dicono cose buone sono forse Gesù?
- Noi Dio non lo conosciamo in faccia.
- Prima di conoscere Dio dobbiamo mangiare pane duro e acqua.
- Per trovare Dio, bisogna diventare poveri perché Dio va dove ci sono i poveri.
- Non esagerare: Dio va anche tra i ricchi. Pensa ad uno che crede, che ha fede e che usa i suoi soldi per i poveri.
- Dio lo si può conoscere attraverso la Bibbia.
- Dio lo si può conoscere anche nel nostro cuore.
- Ma allora c’è ancora aria di stelle?
CLOWN: Sì che c’è! Allegria, brava gente, le stelle brillano ancora in cielo.