Scultura Morente

Titolo dello spettacolo

Scultura Morente

Autore

Gianfranco Guida

Tipologia

Teatro Scuola Pezzo breve – Azione drammatica

Trama

Il biografo Giulio Capitolino, a proposito dell'imperatore Opilio Macrino, narra che una volta due suoi militi vennero accusati da una spia di avere insidiato la serva di un loro ospite, già nota per i suoi costumi piuttosto corrotti; Macrino fece condurre in sua presenza i soldati e li interrogò sulle loro responsabilità. Essendo risultata chiara la loro colpevolezza, ordinò di sventrare vivi all'istante i due buoi più grossi che c'erano e vi fece ficcar dentro i soldati, lasciandone fuori solo la testa affinché potessero discorrere fra loro.
La scena si svolge ad Antiochia, nel 217 d.C.

Personaggi

L'Imperatore Opilio Macrino,
Due soldati (per convenzione saranno chiamati Giulio e Manilio).

Target

Ragazzi Alunni

Valori educativi

Dei due soldati, l’uno ha un atteggiamento ribelle e teme la morte: “ Maledetti buffoni; io muoio. Zeus assistimi”.
L’altro sta al gioco dell’Imperatore, per cui ogni cosa è divertimento: “La vita è un bel gioco! O dolce imperatore - sul tuo capo s'accumula - la vendetta di Dio; - se vittoria sicura - tu vuoi sul nemico, - non c'è arma più dura - che un bel gioco d'amico!”.